"Fiducia nel futuro nell'Italia",  consapevoli che serve "corresponsabilità senza chiudersi nella propria dimensione personale, individuale, magari con egoismo". Lo ha  affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando  al Quirinale ai giovani nuovi Alfieri della Repubblica.

- "Avete manifestato -ha sottolineato Mattarella- un senso  protagonista di cittadini, dimostrando di sentire la corresponsabilità per le sorti comuni del nostro Paese, facendo comprendere che occorre  essere protagonisti e costruire il futuro, senza chiudersi nella  propria dimensione personale, individuale, magari con egoismo. Ho  grande fiducia -ha concluso il Capo dello Stato- nel futuro  dell'Italia, voi ne siete una delle ragioni di questa fiducia".

Mattarella ha consegnato gli Attestati e i distintivi  d'onore 29 ragazze e ragazzi che si sono distinti nella  partecipazione, nella promozione del bene comune, nella solidarietà,  nel volontariato e per singoli atti di coraggio. Sono giovani, nati  tra il 1999 e il 2007, che rappresentano "modelli positivi di  cittadinanza e che sono esempi dei molti ragazzi meritevoli presenti  nel nostro Paese".       

Quest'anno è stato dedicato ampio spazio a quanti si sono impegnati  per la promozione dell'ambiente, inteso sia come salvaguardia del  territorio sia come sviluppo del patrimonio culturale e sociale. La  tutela e la valorizzazione dell'ambiente richiedono conoscenze,  passione e una visione del futuro che le giovani generazioni mostrano  spesso di avere. Accanto ai 29 Attestati d'onore, il Capo dello Stato  ha poi voluto riconoscere il merito di tre iniziative collettive  assegnando loro una targa. A condurre la cerimonia, Nicola Conversa e  Anna Madaro, youtuber e attori del gruppo ''Nirkiop'' di Taranto.     

"Vi siete impegnati in iniziative che riguardano gli altri, l'intera comunità in cui vivete: sono iniziative di grande valore e di straordinaria importanza", ha sottolineato Mattarella, rivolgendosi ai giovani. Il Capo dello Stato ha insistito particolarmente sull'importanza dell'impegno per la tutela dell'ambiente, "che rappresenta una delle sfide più grandi della nostra epoca, una grande frontiera e l'avete affrontata con senso di responsabilità e grande efficacia".

"Altri tra voi hanno ricevuto il riconoscimento per atti e gesti di altruismo, di generosità, di solidarietà, di aiuto verso chi è in difficoltà, dimostrando di comprendere che aiutando gli altri ci si realizza con grande soddisfazione e si riceve in cambio molto di più di quello che si dà. E questa solidarietà l'avete manifestata in tanti modi".

"Tutti questi impegni che avete messo in campo esprimono il senso della sorte comune della nostra comunità, dell'ambiente in cui viviamo, dei beni che utilizziamo e che dobbiamo conservare per le prossime generazioni e per la vita degli altri, comprendendo che non si può essere felici se accanto vi è qualcuno che non lo è. Incontrarvi per darvi questi riconoscimenti è anche il segno che non siete delle perle rare, delle eccezioni; manifestate invece -ha concluso Mattarella- quello che c'è di consapevolezza, di altruismo, di senso di responsabilità tra i nostri giovani, in maniera molto diffusa".

 

CONDIVIDI