Milano e Amsterdam al terzo turno.  Al termine del secondo round delle votazioni per decidere la nuova sede dell'Agenzia europea del farmaco Ema, Milano e Amsterdam accedono al terzo turno. Eliminata Copenhagen. Il capoluogo lombardo ha ottenuto 12 voti, Amsterdam 9. Nel terzo turno vince chi prende più suffragi (nel secondo erano necessari almeno 14 voti). Nel secondo turno delle votazioni per decidere la nuova sede dell'Ema Copenhagen ha ottenuto non sei voti, ma cinque, mentre Milano ne ha presi 12 e Amsterdam nove. Si è astenuta la Slovacchia, a quanto si apprende.

Ora, prima del ballottaggio finale cui vanno il capoluogo lombardo e la capitale olandese, è in corso una pausa, che dovrebbe durare una mezz'ora. Al terzo turno vince chi prende più voti. Se la Slovacchia, che si è vista bocciare la candidatura di Bratislava già al primo turno, confermerà la sua astensione, restano in palio cinque voti; sempre se l'astensione sarà confermata, teoricamente è anche possibile un pareggio (nel qual caso si procede al sorteggio). Milano ha un vantaggio di tre punti rispetto alla capitale olandese.

CONDIVIDI