"Forza Italia ha inoculato nel dl vaccini  equilibrio e buon senso, consentendo che il dibattito così presente  nel Paese si spostasse nell'Aula del Senato. E siamo riusciti a fare  in modo che questo testo diventasse un po' più giusto e il diritto  alla salute un po' più tutelato. Grazie al nostro impegno è stato  possibile infatti discutere e migliorare il provvedimento in  Parlamento, scongiurando l'apposizione da parte del governo della  questione di fiducia che non avrebbe consentito alcuna modifica". Lo  dichiara Paolo Romani, presidente dei senatori Fi.       

"Le nostre proposte emendative -aggiunge- hanno prodotto risultati  concreti: dalla drastica riduzione della sanzione pecuniaria per chi  non vaccina i propri figli fino all' importante novità, approvata  dall'Aula del Senato in maniera unanime, che prevede, prima di  qualsiasi multa, l'opera persuasiva messa in atto dall'azienda  sanitaria locale per sgombrare il campo da dubbi e preoccupazioni,  convincendo i genitori sull'importanza individuale e collettiva della  profilassi".       

"Senza dimenticare -prosegue- che l'obbligo riguarderà, come ci è  sembrato naturale che fosse, anche i migranti. La buona politica e la  buona opposizione passano anche attraverso un'analisi della realtà  contingente, cercando di fare breccia nel muro di una maggioranza e di un governo che avevano respinto inizialmente qualsiasi modifica".       

CONDIVIDI