Tim accelera sulla scuola digitale e firma  un protocollo d'intesa con il Ministero dell'Istruzione,  dell'Università e della Ricerca (Miur) finalizzato a promuovere il  progetto Alternanza Scuola e Lavoro (ASL) nelle scuole superiori  italiane, con sessioni formative sulle nuove competenze digitali.       

In particolare il Protocollo di Intesa, di durata triennale, siglato  con il Miur intende rafforzare la collaborazione tra Tim e le  istituzioni scolastiche per favorire nella scuola secondaria  l'orientamento post-scolastico dei giovani e approfondire la  conoscenza dell'Information and Communication Technology.        Grazie a questo accordo Miur e Tim si impegnano a realizzare percorsi  formativi sempre più innovativi e legati alle mutevoli esigenze del  mercato occupazionale. Un'occasione per contribuire alla crescita  delle competenze tecnologiche dei ragazzi che potranno così iniziare a pensare a ''cosa fare dopo'' con una migliore conoscenza del mondo del lavoro che li aspetta.

L'iniziativa di inserisce nell'ambito del percorso di  Alternanza Scuola Lavoro già avviato quest'anno da Tim e che  coinvolge, a livello nazionale, oltre 600 studenti di 24 Licei e  Istituti Tecnici in 10 città italiane (Bari, Bologna, Cagliari,  Catania, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma e Torino),con un  programma di 40 ore di formazione in aula e laboratorio - sotto la  guida di tutor e personale tecnico specializzato - con l'obiettivo di  approfondire i temi della Digital Transformation.       

L'Alternanza Scuola-Lavoro, istituita con la legge n. 53/2003, D.Lgs  n.77 del 15 aprile 2005 e ridefinita dalla legge 13 Luglio 2015 n.107, rappresenta una modalità di apprendimento mirata a perseguire  l'esperienza pratica in ambienti operativi reali, favorire  l'orientamento dei giovani valorizzando le vocazioni personali,  arricchire la formazione degli allievi con l'acquisizione di  competenze spendibili nel mercato del lavoro e avvicinare così  l'istituzione scolastica al mondo del lavoro.       

CONDIVIDI